facebook          youtube        issuu

In merito ai lavori nel corso d'acqua denominato Bovalico intendiamoprecisare quanto segue. Il Consorzio ha operato progettando un intervento il cui obbiettivo era quello di ripristinare la piena funzionalità del corso d'acqua il quale presentava un accentuato insabbiamento tale da incrementare il rischio idraulico dell'abitato di Marina di Campo a causa della riduzione della sezione di deflusso del fosso stesso. La progettazione è stata preceduta da una accurata indagine delle sabbie esistenti al fine di poterle reimpiegare nel ripascimento della spiaggia di Marina.

Il progetto di sistemazione del fosso Bovalico, dopo un lungo iter burocratico, ha ricevuto parere favorevole da tutti gli Enti coinvolti nella Conferenza dei Servizi del 30 Ottobre 2014 (Comune, Provincia, Soprintendenza Beni Ambientali, Capitaneria di Porto e Arpat). Il progetto prevede che le sabbie escavate dal fosso Bovalico siano:

- vagliate preventivamente e le impurità ed i materiali non utilizzabili trasportati a discarica;
- collocate sull'arenile nel modo seguente 1) scavo e accantonamento in loco di un primo strato di sabbia esistente sulla spiaggia, 2) stesura della sabbia proveniente dal fosso Bovalico, 3) ricopertura con la sabbia della spiaggia precedentemente e momentaneamente accantonata e sua sistemazione/regolarizzazione;

Attese queste premesse ci preme precisare inoltre quanto segue:

- nella giornata di ieri circa 30 mc. di materiale sono state collocati dalla Ditta esecutrice sulla spiaggia;
- tale attività è stata immediatamente sospesa e contestualmente rimosso il materiale di concerto con il Comune di Campo nell'Elba, valutando il fatto che il materiale sabbioso presentava un colore più scuro di quello presente nella spiaggia di Marina ed una componente più fine e terrosa, che lo rendevano ancora non idoneo ad essere collocato sulla spiaggia, secondo le procedure e modalità previste nel progetto.

Lo stato dei luoghi è stato quindi ripristinato, immediatamente, nel tardo pomeriggio di ieri. Il Consorzio quindi è intervenuto tempestivamente, di concerto con il Comune, per rimuovere i materiali depositati sulla spiaggia e non ritiene di aver contravvenuto ad alcuna autorizzazione della Provincia. Valuteremo nei prossimi giorni il da farsi rispetto al provvedimento della Provincia che, di fatto, non sospende i lavori sul Bovalico ma l'autorizzazione alla stesura sulla spiaggia. I lavori di sistemazione del corso d'acqua riprenderanno regolarmente.

Considerato, quindi, che lo stato dei luoghi è stato immediatamente ripristinato ed il materiale riportato nell'area di cantiere, ci meraviglia la sollecitudine con cui ha operato, in questo caso, la Provincia.  La Provincia, infatti, conosce bene lo spirito del lavoro che ogni giorno il Consorzio porta avanti, nell'ambito della difesa del suolo con particolare riferimento alle tematiche ambientali, di concerto con tutte le istituzioni locali, Provincia compresa. Esempio di questi ultimi giorni la concertazione degli interventi di somma urgenza sull'evento calamitoso del 28 ottobre per i quali il Consorzio è stato incaricato dalla Provincia per l'esecuzione di sei interventi di somma urgenza nei Comuni di Bibbona, Campiglia M.Ma e Piombino.
Noi crediamo che il territorio elbano abbia una grande necessità di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dei corsi d'acqua: queste opere importantissime di prevenzione del rischio idraulico vedranno sempre disponibile il Consorzio nel rispetto dei progetti approvati e delle normative vigenti con la volontà di operare, in modo concreto, per l'ambiente e la tutela del territorio.

Galleria fotografica

gallery_bottomgallery_bottomgallery_bottomgallery_bottomgallery_bottomgallery_bottomgallery_bottomgallery_bottomgallery_bottom

Contatti

 Indirizzo: Via degli Speziali, 17 - Loc. Venturina Terme - 57021 Campiglia Marittima (LI)

Telefono: (+39) 0565.85761 - Fax (+39) 0565.857690

Web: www.cbtoscanacosta.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.